PRATICARE QIGONG 氣功

Blog personale – Paola Borruso

Il Qigong… dopo le feste!

Lascia un commento


 

natale-e-dietaConsiderata la sedentarietà dovuta alle feste e i pranzi e cene a cui non abbiamo potuto (… o voluto!)  sottrarci, ecco degli esercizi da poter eseguire per riequilibrare l’organismo allontanando gli effetti degli eccessi

Dopo aver guadagnato la postura corretta, possiamo iniziare a pratica con l’esercizio del drago che fluttua, il quale tra i suoi numerosi benefici possiede anche quello di far perdere peso controllando il metabolismo. A questa pratica dinamica, possiamo alternarne una statica, che consiste nella pratica dell’esercizio del roufugong, indicata anche per risolvere eventuali problematiche gastrointestinali , quindi possiamo continuare con il primo degli otto broccati  (Due mani sostengono il Cielo) che agisce sulla corretta circolazione dei liquidi  e il terzo,  Una mano spinge il cielo e l’altra la Terra: entrambi si prenderanno cura delle funzioni di Milza e Stomaco.

Possiamo infine terminare la nostra sequenza di pratica con  degli automassaggi sulle gambe, contro cellulite  e ritenzione idrica. Il massaggio è praticato dalle mani che scivolano in discesa  dalle cosce fino alla caviglia  e poi risalgono. Durante la discesa, sarà la mano interna a premere maggiormente , in risalita quella esterna.

Tutti gli esercizi di Qigong indicati hanno efficacia, ovviamente, soprattutto se eseguiti con regolarità.

Buona pratica!!!!

 

 


Lascia un commento

Una tecnica di Qigong per il rilassamento e la tranquillità


tranquility-lake-moon-wallpaper-wallpapers

La posizione si esegue in piedi (alcune varianti riportano sdraiati sul dorso se si è convalescenti o impossibilitati alla stazione eretta)

Iniziamo regolando la postura  e ponendo attenzione ai seguenti fattori:

La testa  che spinge dolcemente il cielo ( dal punto baihui )

Gli occhi sono chiusi

Yintang (tra le due sopracciglia) è rilassato

Il mento è  ritratto dolcemente verso la gola,   Continua a leggere


Lascia un commento

Due versioni di “Spingere la montagna”


Spingere la montagna .

Questo esercizio irrobustisce le braccia e aiuta a correggere una schiena curva, si trova inserito tra le tecniche che compongono l’Yi Jin Jing.

Versione 1)

Posizione di partenza : In piedi, gambe unite, gomiti piegati lungo i fianchi con le dita delle mani aperte e rivolte in alto, palmi in avanti.

IMG_20150609_132258        IMG_20150609_132402

Movimento: mani tese a formare con i polsi un angolo retto, palmi rivolti all’esterno (spingono la montagna). Spingete lentamente in avanti le mani, aumentando gradatamente lo sforzo fino a che i gomiti non saranno completamente tesi. Nel frattempo lo sguardo è in avanti  e il corpo è eretto. Poi, riportate le mani nella posizione iniziale lungo il torace. Quando avrete finito di spingere , la tensione avrà raggiunto il massimo, come se steste spingendo una montagna . Espirate quando spingete, inspirate quando vi rilassate. (fonte D. Zhou, Libro cinese degli esercizi)

Un’altra versione di spingere la montagna (versione 2 )

ptm Continua a leggere