PRATICARE QIGONG 氣功

Blog personale – Paola Borruso

La meditazione della montagna

Lascia un commento


Una pratica meditativa alla quale sono molto affezionata è la meditazione della montagna, sicuramente molto conosciuta tra i praticanti di discipline olistiche e di rilassamento. La trovo molto utile perché allena la compostezza, la centratura, l’uniformità e l’integrità interiore in modo davvero efficace. Per praticarla è preferibile stare seduti, nella posizione a fior di loto ad esempio, o più semplicemente su una sedia, ma garantendo alla colonna una postura il più possibile eretta. In questo modo saremo anche ben poggiati sugli ischi e il nostro baihui sarà orientato verso l’alto, mentre il mento si ritrarrà dolcemente verso la gola. Le spalle rimarranno rilassate e il palmo della mano sinistra accoglierà il dorso della mano destra. Gli occhi si chiuderanno con dolcezza. A questo punto, mentre la mente percorrerà tutto il corpo e ne rilasserà ogni parte, ci apparirà la visualizzazione di una montagna. Una conosciuta, o una mai vista..poco importa. Osserviamone con esattezza la cima, rappresentata dal nostro capo, i versanti, rappresentantati dal nostro profilo destro e sinistro, la base, ossia dalle nostre anche in giù, lungo tutta la gamba e fino alle dita dei piedi. Ecco: incarniamo la stabilità della montagna. Essa nella sua immobilità interiore accoglie su di sé ogni stagione. L’inverno, dagli sferzanti venti e dal pungente freddo, quando l’acqua si trasforma in lastre di ghiaccio e la vegetazione diventa spoglia e nuda. Gli animali, a seconda della propria specie, la abitano oppure la abbandonano. Bianche nevicate ne ammantano la cima, violenti piogge ne sgretolano il terreno. Ma poi giunge la primavera. Gemme sugli alberi, timidi germogli, qua e là la vita risorge, il sole si fa più caldo, l’ambiente è pronto ad accogliere il tepore che presto si trasformerà in caldo cocente, in una varietà di colori, profumi, cinguettii, presenze. E tutto questo per lasciare successivamente il posto al rosso dell’autunno, ai suoi caldi colori e alle sue inevitabili trasformazioni. La montagna nelle quattro stagioni è l’emblema della vita e di tutto ciò che la attraversa. Tutto accoglie, rimanendo perfettamente centrata. E così deve essere l’atteggiamento di chi incarna questo tipo di meditazione, che giorno dopo giorno si rivela utilissima e formativa. Io amo molto, durante questo esercizio, mettere di sottofondo una musica che ho trovato e che propone i suoni della natura nelle quattro stagioni. Sto lì, ferma, apparentemente immobile e mi lascio attraversare. È una pratica che mi sta insegnando molto e giorno dopo giorno non smette di stupirmi. Vedo e distinguo il superficiale dal necessario. Riesco a capire quanto sia importante non lasciarsi sopraffare dalle emozioni. Mi accorgo di quanto la centratura sia potere. Ed è per questo che mi piace consigliarvela e magari, su questo post, avviare una discussione. Creare uno scambio. Sicuramente sarebbe interessante per tutti.

Buona pratica e un luminoso 2020!

Autore: Paola Borruso

Formazione : Laureata con il massimo dei voti più lode in Lettere Moderne, specializzazione Italianistica e Semiotica. • Attività lavorativa: Docente di Lettere MIUR presso la Scuola Secondaria di Primo Grado. All’interno della sua scuola riveste attualmente la Funzione Strumentale Orientamento supportando il percorso di crescita degli allievi durante il Triennio, attraverso l’organizzazione di seminari formativi, di momenti dedicati alla scelta consapevole dell’indirizzo scolastico degli studi Secondari di secondo grado, senza tralasciare la crescita psicofisica complessiva dell’individuo. A questo proposito collabora alla gestione dello Sportello d’ascolto scolastico, coadiuvata da colleghi e figure professionali extrascolastiche operanti nel settore. Componente del gruppo RAV ( riguardante il Rapporto di Autovalutazione d’istituto ) e membro, per la propria scuola, della Commissione Erasmus, per la Formazione della figura del Docente all’estero. Durante l’anno scolastico 2020 si sta dedicando al ruolo di Esperto interno in seno al Progetto Pon ‘Digit@ndo si impara’. Molteplici, nell’arco del suo insegnamento, iniziato nel 1997 ( con insegnamento sia alla Secondaria di primo grado che nei corsi per adulti) le realizzazioni di laboratori curriculari ed extracurriculari dedicati agli allievi, alcuni dei quali rientranti nelle ‘aree a rischio’ del territorio, integrati attraverso attività teatrali e laboratori di recupero, consolidamento e potenziamento delle abilità di base. Esperta in metodologie e strategie a favore di alunni BES, DSA, e disturbi oppositivi, ritiene fondamentali nel suo insegnamento quotidiano integrazione, rispetto, accoglienza reciproca. Promotrice dell'inserimento del Qigong (disciplina psicofisica e ginnastica medica di origine millenaria, branca della Medicina Tradizionale Cinese) come ampliamento dell’offerta scolastica formativa e di recupero per allievi della Scuola secondaria di primo grado presso cui insegna. • Esperta di tecniche di rilassamento, meditazione e Mindfulness, è conduttrice di classi, Operatrice, Docente e Formatrice (avendo sostenuto due Trienni di studio con tesi finale ) accreditata FISTQ (Federazione Italiana Scuole Tuina e Qigong) per la disciplina del Qigong e del Zhineng Qigong, Si è formata e ha prestato la sua collaborazione presso l'Associazione Qi di Palermo, in cui è stata Membro del Consiglio direttivo, Docente e Coordinatrice dei Corsi Triennali per Operatori Qigong, nonché tesoriera. Autrice del volume di recente pubblicazione "Medicina Tradizionale Cinese e Sunzibingfa: Strategie e Tecniche dell’Arte della Guerra applicate al Qigong", tratto integralmente dalla propria tesi di fine percorso, integrato da interventi del dott. Vito Marino. Ricercatrice e studiosa del Qigong si dedica attivamente alla sua diffusione e alla sua pratica su territorio regionale e nazionale. Fondatrice di un blog nato dalla stesura di articoli personali derivanti dai suoi studi e dalla sua esperienza di praticante: www.praticareqigong.wordpress.com. Sui social ha creato il gruppo Facebook Guarire con il Qigong e Praticare Qigong Italia - Piattaforma eventi. Di prossima uscita un nuovo testo editoriale, Praticare Qigong oggi, che vede la sua partecipazione e collaborazione. È intervenuta a numerosi seminari di approfondimento con Maestri italiani e cinesi, arricchendo la propria esperienza professionale. E' stata responsabile per conto dell'Associazione Qi dell' inserimento del Qigong in un progetto di volontariato presso l’ospedale Enrico Albanese di Palermo. Ha praticato Taijiquan stile Chen Xiaojia ed è appassionata di cultura e lingua cinese, di cui ha intrapreso lo studio.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...