PRATICARE QIGONG 氣功

Blog personale – Paola Borruso

VISITA A UN “UNICO” OSPEDALE DI QI GONG

Lascia un commento


Scritto da: Luke Chan
La clinica e Il Centro di Wahzhan Zhineng Qigong, chiamato semplicemente “Il Centro” normalmente ha più di 4.000 persone che ci vivono, inclusi dottori, pazienti, inse- gnanti di Qi Lel (Zhineng Qi Gong)  studenti e personale di supporto.
Il Centro è sorto nel Novem- bre 1988 nella città di Ziga- ching in Cina e più tardi, nel febbraio  1992, è stato trasferito al suo attuale indirizzo, in un vecchio ospedale della marina nella città di Qinhuangdao, a cinque ore di treno da Pechino.
Il Centro è diretto dal suo fondatore, il Dr. Pang Ming, Maestro di Qigong e medico specializzato in medicina occidentale ed orientale.
Questo ospedale è il più grande di questo genere in Cina e probabilmente nel mondo. Il Centro evita medicine e diete speciali a favore di allenameto, amore, ed energia di vita.
Si tratta di una organizzazine non a scopo di lucro riconosciuta dal governo cinese come clinica a tutti gli effetti.Negli anni Il Centro ha trat- tato più di centoottanta malattie e la percentuale di successo è stata superiore al 95%.Una madre mi ha raccontato che era così debole da non poter nemmeno prendere un coltello per ammazzarsi e quindi decise di porre fine alla propria vita lasciandosi morire di fame. Ma quando suo figlio di sei anni prese un cucchiaio per darle da bere del latte mentre la figlia di undici anni reggeva l’asciugamano per asciugare le gocce, decise di vivere ad ogni costo. Dato che i dottori non potevano aiutarla si rivolse al Qi Lel e contro ogni previsione guarì. Adesso lei insegna presso il Centro.
Qi Lel, il metodo impiegato presso Il Centro fu sviluppato dal Dr. Pang. Il metodo si basa sia sul concetto del Qigong, vecchio di 5.000 anni, sia sulla conoscenza medica moderna.
Il dr. Pang, chiamato reverentemente Lao shi, ‘L’insegnante’, ha scritto più di nove libri sul Qi Lel.
Il metodo Qi Lel consiste di quattro parti:
1. Forte convinzione
(Shan Shin).
La convinzione che il Qi, o energia di vita, possa guarire
qualsiasi malanno, inclusi i propri.
Gli studenti acquisiscono questa convinzione ascoltando le testimonianze di pazienti guariti e studiando sull’argomento del Qi e i suoi effetti guaritori.
2. Gruppi di guarigione (Chu Chong)
Prima che il gruppo di studenti inizi il Qigong, l’insegnante verbalmente sintonizza il pensiero del gruppo di modo che il Qi Universale entri nel campo di energia di guarigione, attraverso ciascuno, incluso l’insegnante stesso.
L’effetto di guarigione ha luogo perchè il gruppo agisce all’unisono.
3. Qi di guarigione (Fa Chi)
Gli insegnanti canalizzano l’energia di guarigione dall’universo a ogni individuo per facilitare la guarigione.
4. Pratica (Lan Gong)
Gli studenti imparano a eseguire i movimenti del Qigong e li praticano più e più volte.
I metodi, dello Zhineng Qi-gong sono chiamati:
a) metodo di sollevare e abbassare il Qi;
b) metodo della fusione dei tre Centri in piedi.
Quando un paziente entra nell’ospedale gli viene fatta una diagnosi da un medico e quindi viene assegnato a una classe di 50 persone circa, per un periodo di 24 giorni di trattamento.
Il paziente passa la maggior parte del tempo a praticare Qi Lel, otto ore al giorno senza televisione, giornali o telefono.
Coloro che possono stare in piedi praticano in piedi, quelli che possono stare seduti praticano nella sedia, e quelli che non possono muoversi praticano a letto.
Ero commosso dalla dedizione di questi studenti.
Malgrado il suo successo stupefacente nella guarigione, Il Centro è poco conosciuto persino in Cina a causa della sua politica di non fare pubbli-cità in giornali o riviste.
Tuttavia il Centro è ben conosciuto tra i circa otto milioni di praticanti di Qi Lel. Per passa parola, migliaia di persone da tutta la Cina vengono al Centro ogni mese.
Quindi il Qi Lel ha un grande numero di praticanti e Il Centro è il cervello di questa vasta organizzazione. Giornalmente vengono sviluppate nuove tecniche per trattare malattie.
Per esempio, è stato sviluppato un nuovo modo di dimostrare l’efficacia del Qi nel trattamento del cancro.
Sono stato testimone di un paziente con il cancro mentre veniva trattato da quattro insegnanti di Qi Lel : il cancro alla-vescica del paziente veniva visualizzato sullo schermo per mezzo di una macchina a ultra suoni e monitorato da due dottori: il cancro è letteralmente sparito davanti ai miei occhi in meno di un minuto mentre gli insegnanti immettevano Qi nel paziente. Ho videoregistrato questo fatto incredibile.
Dieci giorni dopo ho chiesto al dottore di ricontrollare se il tumore del paziente era sparito. Gentilmente i medici hanno monitorato lo stesso paziente e verificato che del cancro non c’era più traccia. Più tardi mi è stato riferito che la troupe televisiva di una delle più grandi reti tedesche una settimana prima aveva registrato lo stesso processo con un altro paziente malato di cancro.
Il Centro ha più di 600 membri di staff, inclusi 26 dottori di formazione medica occidentale. Ho passato tutto il mese di Maggio presso Il Centro, osservando da vicino come opera l’ospedale ed intervistando più di cento persone che sono miracolosamente guarite da malattie incurabili come cancro, diabete, artriti, sordità, malattie alle coronarie e lupus.
Molte volte mi sono commosso ascoltando i resoconti di battaglie eroiche contro la malattia. Dato che non vengono prescritti farmaci non ci sono farmacisti. I medici, che preferiscono essere chiamati insegnanti, giocano un ruolo minore in questo ospedale. Occasionalmente sono chiamati a lavorare a casi di emergenza.
La loro funzione principale è di fare la diagnosi ai pazienti quando entrano in ospedale e registrarli di nuovo dopo 24 giorni di soggiorno e apprendimento. A fini statistici le loro diagnosi sono classificate in quattro categorie:
1. Curati: tramite verifica con appositi strumenti come ecocardiogramma, ultra suoni, raggi X, CT etc viene verificato che i sintomi sono spariti
2. Molto efficaci: i sintomi sono quasi spariti e gli strumenti mostrano grande miglioramento.
3. Efficaci: il miglioramento è ragguardevole e lo studente può mangiare, dormire e si sente bene
4. Non efficaci: nessun cambiamento o addirittura peggioramento.
Come descritto nella “Raccolta degli effetti curativi sui disturbi cronici del Qi Gong Zhineng”, pubblicato dal Centro nel 1991, in più di 7.936 pa-zienti si é riscontrata una percentuale di guarigione del 94,96% (15,20% curati; 37,68% molto efficace; 42,09% efficace).
Nel Centro, una persona viene considerata “studente”e mai “paziente”, indipendentemente da quanto è malata. Perché? Perché sta imparando un’ arte, il cui obbiettivo è guarire se stessa senza appoggiarsi ai dottori.
Perciò non esiste una relazione medico-paziente.
Gli studenti sono iscritti a un programma di 24 giorni di trattamento. Il costo di iscrizione è solo cento yuan (circa dodici-dollari). Gli studenti spendono circa seicento yuan al mese (circa settanta dollari).
Il Centro è probabilmente l’ospedale più economico nel mondo, ed è sicuramente una organizzazione non a fini di lucro. Eppure è una organizza-zione indipendente e autosufficiente, che non riceve alcun aiuto dal governo o da fondazioni private.
Come possono operare così efficientemente?
La risposta sta nel fatto che molti dei medici, insegnanti di Qi Lel e del personale di supporto sono stati studenti a loro volta guariti da serie malattie che ora sono ritornati volontariamente per servire i malati, con un compenso molto esiguo. Gli insegnanti hanno un ruolo di dottori, infermieri, lavoratori, animatori, genitori , amici, fratelli e sorelle.
La loro efficacia è misurata dal tasso di guarigione dei loro studenti. Un’altra ragione della efficacia e dell’economicità del Centro sta nel fatto che viene usata la terapia di gruppo. Gli studenti vivono in gruppi di quattro, otto o sedici persone per stanza. Vivendo in gruppo, gli studenti sviluppano uno spirito di cooperazione di cura e amore gli uni verso gli altri.
Molti di quelli che ho intervistato erano stati rifiutati da precedenti ospedali dichiarati incurabili e per loro Il Centro rappresentava l’ultima speranza. Gli studenti, naviganti sulla stessa barca nell’oceano, si coalizzano contro il loro nemico comune: la malattia.
Come gli ospedali si asso-ciano con scuole mediche per formare i giovani che desiderano intraprendere la professione medica, Il Centro ha scuole di Qi Lel per preparare i professionisti di Qi Lel. C’è una Accademia di Zhineng Qigong e scuole con training di un mese e di tre mesi. L’Accademia, nata nel 1992 ha un programma per giovani, uomini e donne, diplomati e sotto i 30 anni.
I programmi di istruzione di uno o tre mesi sono per chiunque sia interessato al Zhineng Qigong. Mi hanno detto che ci sono almeno mille studenti in entrambe le scuole.
In aggiunta a questo, così come gli ospedali più prestigio si hanno programmi di ricerca, Il Centro ha molti progetti di ricerca sia sul luogo sia in diversi campus universitari nella nazione.
Quando ho fatto richiesta di vedere alcune pubblicazioni l’incaricato, un professore in pensione, mi diede due volumi pieni di dati di esperimenti grandi come guide telefoniche.
Accanto ai dottori, insegnanti e studenti ci sono centinaia di persone di supporto che lavorano in ufficio, nel bar, in libreria etc. Tutti sono praticanti di Qi Lel e tutti lo praticano insieme al mattino e alla sera, circa tre ore al giorno. Come dicono, non è solo un lavoro, è un lavoro di Qi Lel.
Il Centro è aperto solo dieci mesi l’anno a causa della scarsità di riscaldamento nelle stanze durante l’inverno. Si sta pianificando di costruire una città con maggiori comodità, per accogliere e incrementare il numero di studenti, americani e altri stranieri, dove si praticherà esclusivamente Qi Lel.
Ho chiesto al maestro fondatore perchè non ha promosso il Zhineng Qigong nel mondo prima; mi ha risposto che molte persone hanno bisogno di prove che dimostrino se il Qi funziona o no, quindi, invece di argomentarne l’evidenza con gli altri ha preferito lavorare sodo trattando pazienti e raccogliendo dati preziosi.
Come risultato, sono stati raccolti in un periodo di otto anni decine di migliaia di casi documentati ed egli ha dichiarato: ”Adesso siamo pronti, per favore dica al mondo che esistiamo e che del Qi Lel può beneficiare l’umanità.
** Qi Lel è il nome attribuito dall’autore al Zhineng Qigong

Fonte dell’articolo, traduzione e ringraziamenti, a cui mi associo personalmente:

TESTO TRATTO DALLA RIVISTA : T’AI CHI (Ottobre 95) TRADOTTO PER DIVULGAZIONE DAL : CENTRO TONAL Il CENTRO TONAL ringrazia : Tiziana Citelli per la traduzione del testo dall’ inglese , Lamberto Martini per l’ elaborazione grafica, l’ Associazione Wudang di Roma per la segnalazione CENTRO TONAL asd – Reg. Vessus – Alghero (SS) http://www.soffiovitale.com, http://www.taijichen-sardegna.com info@soffiovitale.com

Autore: Paola Borruso

Formazione : Laureata con il massimo dei voti più lode in Lettere Moderne, specializzazione Italianistica e Semiotica. • Attività lavorativa: Docente di Lettere MIUR presso la Scuola Secondaria di Primo Grado. All’interno della sua scuola riveste attualmente la Funzione Strumentale Orientamento supportando il percorso di crescita degli allievi durante il Triennio, attraverso l’organizzazione di seminari formativi, di momenti dedicati alla scelta consapevole dell’indirizzo scolastico degli studi Secondari di secondo grado, senza tralasciare la crescita psicofisica complessiva dell’individuo. A questo proposito collabora alla gestione dello Sportello d’ascolto scolastico, coadiuvata da colleghi e figure professionali extrascolastiche operanti nel settore. Componente del gruppo RAV ( riguardante il Rapporto di Autovalutazione d’istituto ) e membro, per la propria scuola, della Commissione Erasmus, per la Formazione della figura del Docente all’estero. Durante l’anno scolastico 2020 si sta dedicando al ruolo di Esperto interno in seno al Progetto Pon ‘Digit@ndo si impara’. Molteplici, nell’arco del suo insegnamento, iniziato nel 1997 ( con insegnamento sia alla Secondaria di primo grado che nei corsi per adulti) le realizzazioni di laboratori curriculari ed extracurriculari dedicati agli allievi, alcuni dei quali rientranti nelle ‘aree a rischio’ del territorio, integrati attraverso attività teatrali e laboratori di recupero, consolidamento e potenziamento delle abilità di base. Esperta in metodologie e strategie a favore di alunni BES, DSA, e disturbi oppositivi, ritiene fondamentali nel suo insegnamento quotidiano integrazione, rispetto, accoglienza reciproca. Promotrice dell'inserimento del Qigong (disciplina psicofisica e ginnastica medica di origine millenaria, branca della Medicina Tradizionale Cinese) come ampliamento dell’offerta scolastica formativa e di recupero per allievi della Scuola secondaria di primo grado presso cui insegna. • Esperta di tecniche di rilassamento, meditazione e Mindfulness, è conduttrice di classi, Operatrice, Docente e Formatrice (avendo sostenuto due Trienni di studio con tesi finale ) accreditata FISTQ (Federazione Italiana Scuole Tuina e Qigong) per la disciplina del Qigong e del Zhineng Qigong, Si è formata e ha prestato la sua collaborazione presso l'Associazione Qi di Palermo, in cui è stata Membro del Consiglio direttivo, Docente e Coordinatrice dei Corsi Triennali per Operatori Qigong, nonché tesoriera. Autrice del volume di recente pubblicazione "Medicina Tradizionale Cinese e Sunzibingfa: Strategie e Tecniche dell’Arte della Guerra applicate al Qigong", tratto integralmente dalla propria tesi di fine percorso, integrato da interventi del dott. Vito Marino. Ricercatrice e studiosa del Qigong si dedica attivamente alla sua diffusione e alla sua pratica su territorio regionale e nazionale. Fondatrice di un blog nato dalla stesura di articoli personali derivanti dai suoi studi e dalla sua esperienza di praticante: www.praticareqigong.wordpress.com. Sui social ha creato il gruppo Facebook Guarire con il Qigong e Praticare Qigong Italia - Piattaforma eventi. Di prossima uscita un nuovo testo editoriale, Praticare Qigong oggi, che vede la sua partecipazione e collaborazione. È intervenuta a numerosi seminari di approfondimento con Maestri italiani e cinesi, arricchendo la propria esperienza professionale. E' stata responsabile per conto dell'Associazione Qi dell' inserimento del Qigong in un progetto di volontariato presso l’ospedale Enrico Albanese di Palermo. Ha praticato Taijiquan stile Chen Xiaojia ed è appassionata di cultura e lingua cinese, di cui ha intrapreso lo studio.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...