PRATICARE QIGONG 氣功

Blog personale – Paola Borruso

La retroversione del bacino

1 Commento


Cosa è la retroversione del bacino e perché  è consigliata tra le regolazioni posturali ?

La retroversione del bacino  (fig. a) è un arretramento delle creste iliache che producono un abbassamento del coccige. Questo avviene proiettando in avanti il pube e ottiene per effetto la  rettilinizzazione della curva lombare. Questa posizione rilassa la schiena e lavora sul spunto Ming Men (Mìngmén 命門, porta del destino), situato all’altezza dei Reni , dove è riposta la nostra energia ancestrale . In questa posizione le  vertebre si allungano verso terra come “perle di una collana”. Retrovertendo il bacino, le anche diventano “disponibili” ovvero si scaricano e si pongono in apertura ,consentendo al tronco di affondare  affondare nel bacino stesso. Potremmo visualizzare di essere quasi seduti su un alto sgabello.  Ci accorgeremo che tale postura porta a “ritrarre”  l’ombelico facendo invece protendere verso l’esterno il suo punto opposto sulla colonna,  il Ming Men. Il  peso del corpo, in stazione eretta, potrà così  stabilmente scaricarsi attraverso i piedi e raggiungere la terra, e questo consentirà una modalità  efficace di radicamento. L’ esatto contrario della retroversione è l’anteroversione del bacino (fig.b) che invece spinge in avanti le creste iliache, producendo un innalzamento indietro del coccige,un arretramento del pube e un’ accentuazione della curva lombare

equil_bacino

Ma vi è anche un’altra ragione per cui la retroversione del bacino risulta utile. Sappiamo infatti che la salute dell’individuo non può prescindere dalla corretta circolazione dell’energia attraverso i due canali Dumai (posteriormente e in salita) e Renmai (anteriormente e in discesa).  Nel feto si ha una circolazione continua  e senza dispersione energetica in questi due canali ma tuttavia essa si interrompe spontaneamente  alla nascita. Ne è responsabile il bambino stesso, che la spezza in alto,  sul palato, nel momento in cui inizia  a piangere, e in basso, a livello del perineo,  con la sua prima evacuazione. Ma addentriamoci ulteriormente. Nel Qigong avrete sentito  spesso dell’esistenza di tre cancelli, la cui apertura è vantaggiosa per nostra la salute . Questi cancelli sono zone che spesso risultano  difficili da sbloccare e per farlo è richiesta volontà, costanza e pratica assidua. La denominazione cinese di questi tre cancelli ha in comune il suffisso “guan” che significa proprio “cancello”, inteso nell’accezione di ostacolo o barriera. Guardando l’immagine e partendo dall’alto incontriamo  quindi il yuzhenguan, cioè il cancello posto a livello occipitale, segue il jiajiguan , cancello a livello dorsale , e per finire abbiamo il weiluguan, a livello lombare ( tra CV1-huiyin e GV4-mingmen) . Weiluguan  è proprio quello su cui ci concentreremo in questo articolo (gli altri cancelli sono stati precedentemente trattati e si trovano fra gli articoli del sito) Se le nostre curve lombari sono troppo accentuate, ( e un occidentale lo sa bene rispetto, ad esempio, ad un cinese!)  esse sigillano il cancello cosicché sia il  Qi che  il sangue avranno difficoltà a scorrere. Lavorando dunque su questa zona, distendendola e rilassandola, si potranno ottenere grandi benefici.

Risultati immagini per il destino di chiamarsi ming men

i tre cancelli

Gli esercizi d’elezione per la liberazione del cancello lombare sono molti: tra di essi suggerisco il Dunqiuangfa, L’unione dei tre centri, Sciacquare le anche, ma ce ne sono anche molti altri.

Vi segnalo perciò di seguito i link di approfondimento. Buona pratica!

Rilassare la regione lombare

Oscillare la vita e le anche

Qigong per la colonna. Proposte di pratica .

L’allungamento spinale

l Ming Men e il concetto di Destino nel pensiero cinese classico

Dun Qiang Fa (Metodo dell’Accosciarsi al Muro): cos’è, come si esegue, quali benefici.

Zhineng Qigong e zhan zhuang : nozioni di base

Autore: Paola Borruso

Formazione : Laureata con il massimo dei voti più lode in Lettere Moderne, specializzazione Italianistica e Semiotica. • Attività lavorativa: Docente di Lettere MIUR presso la Scuola Secondaria di Primo Grado. All’interno della sua scuola riveste attualmente la Funzione Strumentale Orientamento supportando il percorso di crescita degli allievi durante il Triennio, attraverso l’organizzazione di seminari formativi, di momenti dedicati alla scelta consapevole dell’indirizzo scolastico degli studi Secondari di secondo grado, senza tralasciare la crescita psicofisica complessiva dell’individuo. A questo proposito collabora alla gestione dello Sportello d’ascolto scolastico, coadiuvata da colleghi e figure professionali extrascolastiche operanti nel settore. Componente del gruppo RAV ( riguardante il Rapporto di Autovalutazione d’istituto ) e membro, per la propria scuola, della Commissione Erasmus, per la Formazione della figura del Docente all’estero. Durante l’anno scolastico 2020 si sta dedicando al ruolo di Esperto interno in seno al Progetto Pon ‘Digit@ndo si impara’. Molteplici, nell’arco del suo insegnamento, iniziato nel 1997 ( con insegnamento sia alla Secondaria di primo grado che nei corsi per adulti) le realizzazioni di laboratori curriculari ed extracurriculari dedicati agli allievi, alcuni dei quali rientranti nelle ‘aree a rischio’ del territorio, integrati attraverso attività teatrali e laboratori di recupero, consolidamento e potenziamento delle abilità di base. Esperta in metodologie e strategie a favore di alunni BES, DSA, e disturbi oppositivi, ritiene fondamentali nel suo insegnamento quotidiano integrazione, rispetto, accoglienza reciproca. Promotrice dell'inserimento del Qigong (disciplina psicofisica e ginnastica medica di origine millenaria, branca della Medicina Tradizionale Cinese) come ampliamento dell’offerta scolastica formativa e di recupero per allievi della Scuola secondaria di primo grado presso cui insegna. • Esperta di tecniche di rilassamento, meditazione e Mindfulness, è conduttrice di classi, Operatrice, Docente e Formatrice (avendo sostenuto due Trienni di studio con tesi finale ) accreditata FISTQ (Federazione Italiana Scuole Tuina e Qigong) per la disciplina del Qigong e del Zhineng Qigong, Si è formata e ha prestato la sua collaborazione presso l'Associazione Qi di Palermo, in cui è stata Membro del Consiglio direttivo, Docente e Coordinatrice dei Corsi Triennali per Operatori Qigong, nonché tesoriera. Autrice del volume di recente pubblicazione "Medicina Tradizionale Cinese e Sunzibingfa: Strategie e Tecniche dell’Arte della Guerra applicate al Qigong", tratto integralmente dalla propria tesi di fine percorso, integrato da interventi del dott. Vito Marino. Ricercatrice e studiosa del Qigong si dedica attivamente alla sua diffusione e alla sua pratica su territorio regionale e nazionale. Fondatrice di un blog nato dalla stesura di articoli personali derivanti dai suoi studi e dalla sua esperienza di praticante: www.praticareqigong.wordpress.com. Sui social ha creato il gruppo Facebook Guarire con il Qigong e Praticare Qigong Italia - Piattaforma eventi. Di prossima uscita un nuovo testo editoriale, Praticare Qigong oggi, che vede la sua partecipazione e collaborazione. È intervenuta a numerosi seminari di approfondimento con Maestri italiani e cinesi, arricchendo la propria esperienza professionale. E' stata responsabile per conto dell'Associazione Qi dell' inserimento del Qigong in un progetto di volontariato presso l’ospedale Enrico Albanese di Palermo. Ha praticato Taijiquan stile Chen Xiaojia ed è appassionata di cultura e lingua cinese, di cui ha intrapreso lo studio.

One thought on “La retroversione del bacino

  1. Pingback: La posizione del bacino | Nǐ Hǎo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...