PRATICARE QIGONG 氣功

Blog personale – Paola Borruso

10 cose che forse non sai sul Qigong

Lascia un commento


  1. QiGong1 Il Qigong , oggi parte integrante della Medicina Tradizionale Cinese, ha delle origini risalenti ad alcuni millenni prima di Cristo ed è una pratica adatta tutte le età.  Sulla sua validità scientifica e sui benefici psicofisici, esistono ormai innumerevoli studi, così come innumerevoli sono le sue applicazioni , anche a supporto di terapie mediche.
  2.  Una delle differenze fondamentali tra il Qigong e le altre pratiche fisiche  è l’uso introvertito della coscienza che, abbandonando gli stimoli esterni, si rivolge e si focalizza su un unico punto all’interno.
  3.  La pratica costante del Qigong ci pone a tu per tu con noi stessi,  apre nuove conoscenze sul nostro modo di essere, ci fa intuire i nostri limiti, per superarli, e le nostre capacità per potenziarle
  4. Portare l’attenzione sul Dan Tian inferiore induce uno  stato di quiete che  procura benefici  sul sistema nervoso e su quello endocrino.
  5. Quando facciamo  scendere il Qi nel Dan Tian,  attraverso la respirazione addominale profonda, il nostro diaframma, con il suo movimento verso l’alto e verso il basso,  massaggia  gli organi interni con conseguente  miglioramento della funzionalità  del  sistema digestivo, riproduttivo, urinario.
  6. In un praticante assiduo e in situazione di tranquillità,  il consumo di ossigeno, a livello cerebrale ,è inferiore quasi del 16% rispetto  a quello dello stato di coscienza ordinaria. Indagini con l’elettroencefalogramma registrano  onde alfa più ampie, meno frequenti e più regolari nel ritmo, rispetto a quelle di un non praticante, con conseguenti  miglioramenti delle funzioni cerebrali e del  sistema vegetativo
  7. Un  praticante  di Qigong migliora rapidamente le sue difese immunitarie  e contrasta più efficacemente il processo di invecchiamento: il Qigong riequilibra la circolazione dell’energia all’interno dell’organismo e svolge un’efficace azione preventiva e di conservazione della salute.
  8. Il Qigong insegna a rilassare la mente e a far fluire le emozioni, impedendo che diventino patologiche: è risaputo infatti che un’emozione che si protrae eccessivamente può procurare squilibri agli organi interni, facendoli ammalare.
  9. Il Qigong ha influenze positive sull’autostima, sull’umore e migliora la nostra relazione con gli altri. Accresce la nostra adattabilità alle situazioni della vita e la nostra risposta  agli eventi quotidiani.
  10.   La pratica di gruppo, grazie al campo di Qi che si costituisce insieme agli altri,  attiva e accelera il processo di miglioramento della salute.

Autore: Paola Borruso

Formazione : Laureata con il massimo dei voti più lode in Lettere Moderne, specializzazione Italianistica e Semiotica. • Attività lavorativa: Docente di Lettere MIUR presso la Scuola Secondaria di Primo Grado. All’interno della sua scuola riveste attualmente la Funzione Strumentale Orientamento supportando il percorso di crescita degli allievi durante il Triennio, attraverso l’organizzazione di seminari formativi, di momenti dedicati alla scelta consapevole dell’indirizzo scolastico degli studi Secondari di secondo grado, senza tralasciare la crescita psicofisica complessiva dell’individuo. A questo proposito collabora alla gestione dello Sportello d’ascolto scolastico, coadiuvata da colleghi e figure professionali extrascolastiche operanti nel settore. Componente del gruppo RAV ( riguardante il Rapporto di Autovalutazione d’istituto ) e membro, per la propria scuola, della Commissione Erasmus, per la Formazione della figura del Docente all’estero. Durante l’anno scolastico 2020 si sta dedicando al ruolo di Esperto interno in seno al Progetto Pon ‘Digit@ndo si impara’. Molteplici, nell’arco del suo insegnamento, iniziato nel 1997 ( con insegnamento sia alla Secondaria di primo grado che nei corsi per adulti) le realizzazioni di laboratori curriculari ed extracurriculari dedicati agli allievi, alcuni dei quali rientranti nelle ‘aree a rischio’ del territorio, integrati attraverso attività teatrali e laboratori di recupero, consolidamento e potenziamento delle abilità di base. Esperta in metodologie e strategie a favore di alunni BES, DSA, e disturbi oppositivi, ritiene fondamentali nel suo insegnamento quotidiano integrazione, rispetto, accoglienza reciproca. Promotrice dell'inserimento del Qigong (disciplina psicofisica e ginnastica medica di origine millenaria, branca della Medicina Tradizionale Cinese) come ampliamento dell’offerta scolastica formativa e di recupero per allievi della Scuola secondaria di primo grado presso cui insegna. • Esperta di tecniche di rilassamento, meditazione e Mindfulness, è conduttrice di classi, Operatrice, Docente e Formatrice (avendo sostenuto due Trienni di studio con tesi finale ) accreditata FISTQ (Federazione Italiana Scuole Tuina e Qigong) per la disciplina del Qigong e del Zhineng Qigong, Si è formata e ha prestato la sua collaborazione presso l'Associazione Qi di Palermo, in cui è stata Membro del Consiglio direttivo, Docente e Coordinatrice dei Corsi Triennali per Operatori Qigong, nonché tesoriera. Autrice del volume di recente pubblicazione "Medicina Tradizionale Cinese e Sunzibingfa: Strategie e Tecniche dell’Arte della Guerra applicate al Qigong", tratto integralmente dalla propria tesi di fine percorso, integrato da interventi del dott. Vito Marino. Ricercatrice e studiosa del Qigong si dedica attivamente alla sua diffusione e alla sua pratica su territorio regionale e nazionale. Fondatrice di un blog nato dalla stesura di articoli personali derivanti dai suoi studi e dalla sua esperienza di praticante: www.praticareqigong.wordpress.com. Sui social ha creato il gruppo Facebook Guarire con il Qigong e Praticare Qigong Italia - Piattaforma eventi. Di prossima uscita un nuovo testo editoriale, Praticare Qigong oggi, che vede la sua partecipazione e collaborazione. È intervenuta a numerosi seminari di approfondimento con Maestri italiani e cinesi, arricchendo la propria esperienza professionale. E' stata responsabile per conto dell'Associazione Qi dell' inserimento del Qigong in un progetto di volontariato presso l’ospedale Enrico Albanese di Palermo. Ha praticato Taijiquan stile Chen Xiaojia ed è appassionata di cultura e lingua cinese, di cui ha intrapreso lo studio.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...